SCRITTURA ESPRESSIVA E AUTOBIOGRAFICA

 

scrittura

La scrittura autobiografica, è noto, è uno degli strumenti privilegiati per imparare a dialogare con se stessi e riappropriarsi del proprio spazio, vitale e decisionale. La scrittura impone infatti un tempo diverso al pensiero e ci costringe a metterci a confronto con la nostra memoria, a tenere a mente il nostro passato, a fare il punto sul presente e a concepirci nel futuro, perché noi siamo quel che di noi ci ricordiamo.

"Non mi scordar di me", questo allora il titolo che abbiamo dato al nostro laboratorio, un momento d'incontro funzionale a chi entra a far parte per la prima volta del gruppo del Progetto Calamaio ma anche per chi lo frequenta da tempo e non è abituato, vuoi per la frenesia del quotidiano o per l'abitudine ad affidarsi sempre alle necessità altrui, a prestarsi troppo ascolto.

Quali sono i miei desideri? I miei gusti? Cosa penso di me? Chi sono? Che cosa voglio o non voglio per me e per il mio futuro?

Complici la lettura e la condivisione ma anche gli esercizi di scrittura di Proust, Roland Barthes e Elisabeth Bing, le vicende di Clelia Marchi e i suoi diari su lenzuola, o ancora l'Art Brut di Oreste Fernando Nannetti, abbiamo poco alla volta cercato di rispondere a queste domande, domande complesse che ci spingono a mettere delle pause, per sentirci protagonisti di noi stessi e del nostro sguardo più sincero.

Per ulteriori informazioni: Patrizia Passini-patrizia.passini@accaparlante.it